"L'anima ferita di un elefante nero": le metafore, la magia e la spiritualità di Gabriel Okoundji

di Giulia Grasso e Serena Puglisi

Venerdì 3 maggio alle ore 9:00, nell'Auditorium del Monastero dei Benedettini, si terrà l'incontro "Cultura dell'oralità e scrittura" al quale partecipano lo scrittore Gabriel Okoundji e la sua traduttrice, la professoressa Elisa Bricco dell'Università di Genova. L'incontro - organizzato dal Centro di ricerca interuniversitario Polyphonie - è a cura della professoressa Cettina Rizzo, membro del Comitato scientifico del Centro. Elisa Bricco dialogherà con Gabriel Okoundji sul volume “L’anima ferita di un elefante nero“, una raccolta di versi nei quali la cultura e le tradizioni del paese d’origine, l’Africa, si fondono con quelle della lingua e del Paese d’adozione, la Francia

30 aprile 2019
00:11:27