Cristina Donà: "Sono nata per la musica"

di Vittoria Marletta

La cantautrice milanese è stata in Sicilia ed ha trasformato la discoteca Ma in un luogo dove si canta a bassa voce perché si parla attraverso le canzoni

È alla continua ricerca della vera intimità che scaturisce unicamente dai rapporti autentici. Stiamo parlando di Cristina Trombini Sapienza, in arte Cristina Donà, l’artista italiana che canta guardando dritta negli occhi. 

Otto dischi all’attivo che dal lontano Tregua del 1997, l’hanno condotta fino ai giorni nostri stringendo sempre la mano ben solida di mamma musica. 

Quando canto avviene uno scambio intenso, quasi animale, con chi mi ascolta; una roba che non si può spiegare con le parole”. È questa la descrizione che l’autrice di Così vicini fornisce riguardo i suoi live. Dieci le nuove tracce che segnano un’ulteriore ritorno alle origini, grazie alla produzione da parte dell’etichetta indipendente degli esordi QuiBaseLuna

Il duetto con Francesco De Gregori di fronte a 50.000 persone in piazza San Carlo a Torino, insieme con la collaborazione con Robert Wyatt sono solo due dei grandi traguardi artistici che hanno segnato la lunga carriera. 

Cosa fa stare davvero bene Cristina? Scrivere le sue canzoni, un esercizio terapeutico che l’accompagna giorno dopo giorno.