L'Almanacco del giorno prima

Un cinico esperto di matematica che per mestiere lucra sulla morte altrui si imbatte nell'evento più imprevedibile: l'amore. È la trama dell'ultima opera di Chiara Valerio, scrittrice romana e anche lei appassionata di numeri, ospite del festival ragusano A tutto volume

Un appassionato di matematica, Alessio Medrano, trasforma l'amore giovanile per conti e tabelline in un lavoro legato ai dead bond, le polizze sulla morte. O, come ama definirla, il «tempo che rimane». È la trama di Almanacco del giorno prima, l'ultima opera della scrittrice romana Chiara Valerio. Legata anche lei del mondo dei numeri - ha un dottorato di ricerca in Matematica ottenuto all'Università Federico II di Napoli - presenterà il suo libro sabato 7 nel corso del festival A tutto volume che si terrà nel fine settimana a Ragusa

«È un sorta di compratore di nuda proprietà sulla vita che resta», lo descrive Valerio. Ossessionato dal scorrere dei giorni, «pensa che i soldi siano un'idea vecchia». Un personaggio con una psicologia non troppo profonda, scherza la sua creatrice, che ha per coscienza il presentatore del suo quiz televisivo preferito. Però Medrano si ritrova in crisi quando - improvvisamente - si innamora. «Uno ha solo il presente di quello che desidera», è il suo motto. Come riuscirà a conciliare i sentimenti con la sua indole particolare?  Si possono quantificare in numeri i sentimenti?


Vedi anche

La festa dei libri di Ragusa si apre con Alicia Giménez-Bartlett

Riascolta

All'ombra della cattedrale di San Giovanni di Ragusa è iniziata, ieri, la quinta edizione del festival A tutto volume che animerà la città fino a domenica. Vere e proprie star della prima giornata sono stati il giornalista Marco Travaglio e la scrittrice Alicia Giménez-Bartlett. La giallista spagnola ha aperto il festival letterario raccontando la storia e il carattere di Petra Delicado, ispettore di polizia protagonista dei suoi romanzi